sabato 30 giugno 2007

Il lavoro nel cinema: Sesso, bugie e videotape

Solimano
Cynthia (Laura San Giacomo) è l'unica a doversi veramente misurare ogni giorno con problemi di soldi, e fa la barista in un locale un po' di passaggio. Sua sorella Ann (Andie MacDowell) fa la signora un po' triste in una bella casa a cui accudisce con scrupolo, mentre Cynthia vive in un appartamento piccolo che cerca di rendere creativo, ma le sedie si sfondano. Ann ha sposato John (Peter Gallagher), un avvocato in carriera, uno che piace, difatti Cynthia - donna libera - ogni tanto ci va insieme, senza che Ann lo sappia. Cynthia non lo fa per sfregio alla sorella, ma perché è eroticamente vivace. Però è anche controllata, ogni giorno respinge con un sorriso deciso gli approcci dei clienti. Arriva Graham (James Spader), un tipo strano a suo tempo amico di John, e Cynthia, curiosa come una biscia, si racconta in uno dei suoi videotape. Succederà il patatrac, nel bene e nel male: Cynthia taglia di netto con John, capendo che è un mentitore abituale, Ann viene a sapere che John andava con Cynthia, e anche lei si racconta a Graham, John se la prende un po' con tutti, tranne che con se stesso ed ha problemi anche sul lavoro. L'unica dei quattro che mantiene la testa sulle spalle è proprio Cynthia, la sventata: ha l'esperienza di chi per necessità deve andare a bottega tutte le mattine, gli altri no. Ora Ann e Graham si stanno innamorando, bella cosa, ma per trovare casa e lavoro è bene che si rivolgano a Cynthia, una che le cose le sa.


Nessun commento: