venerdì 14 settembre 2007

500 Post

La Belle de Moscou, di Rouben Mamoulian (1957)
con Cyd Charisse e Fred Astaire

Il 21 marzo di quest'anno, inserivo il primo film nel blog: L'Anglaise e le Duc, di Eric Rohmer.
Oggi è il 14 settembre, e i conti della bacheca interna dicono che il film Lola, di Rainer Werner Fassbinder è il numero 500.
Abbiamo corso un po'...
Non sono mancati fatica e impegno, ma il piacere è stato maggiore.
Ho fiducia che il risultato, positivo come quantità, a volte lo sia stato anche come qualità.
Vedremo fino a quando riusciremo a correre così...

Grazie a tutte e a tutti!

saludos
Solimano

P.S. Le due immagini le ho prese dai Cahiers du cinéma, speriamo non se ne accorgano.

Circonstances Attenuantes, di Jean Boyer (1939)
con Arletty e Michel Simon

14 commenti:

Oyrad ha detto...

Grazie a te, Solimano, e alla tua equipe, questo vostro blog è veramente bellissimo: sobrio, chiaro, leggibilissimo. Non vedo difetti... Ho imparato molte cose che nemmeno sospettavo di ignorare... ;-)

mazapegul ha detto...

Il ringraziamento, Solimano, va a te e a Giuliano soprattutto!

Clelia Mazzini ha detto...

Auguri per l'occasione da una che questi 500 post, giorno dopo giorno, li ha letti tutti. Con grande profitto.

Clelia

Gabriella ha detto...

Ehi, posso unirmi all'allegra brigata e brindare anche io? ^___^

Gabriella ha detto...

...Però non capisco che bisogno c'è di correre. Non sarebbe meglio lasciare un pizzico di tempo in più a noi poveri esseri umani per crogiolarci un po' sulle bellissime cose che andate mettendo? La butto lì così, eh...

Habanera ha detto...

Auguri ad
Abbracci e pop corn e tutta la mia gratitudine per le tante, splendide, cose che ci ha regalato.
Non sono un'esperta di cinema ma, grazie a voi, sto diventando ogni giorno di più
un'appassionata di cinema.
H.

Anonimo ha detto...

AUGURISSIMI E GRAZIE PER LE STUPENDE PAUSE CHE MI REGALATE. PAUSE DI QUALITA', COLORE E PREZIOSO B/N.
Laura

lodes ha detto...

Anch'io voglio ringraziare Solimano e Giuliano per il bel lavoro. Nel contempo però voglio sottolineare l'esigenza posta da Gabriella. Tante volte avrei voluto scrivere un commento, ma proprio perchè l'intervento iniziale è sempre autorevole e denso di sollecitazioni ho bisogno di meditarci sopra e quando sono pronto il film è già scivolato in fondo.
Saluti.
Enzo

Roby ha detto...

**************************

"SPAZIO WEB, ultima frontiera: eccovi i viaggi dell'astronave ABBRACCIEPOPCORN nella sua missione cinquecentennale di controllo, alla ricerca di nuove (e vecchie) forme di CINEMA e di nuove CINECITTA', fino ad arrivare là dove nessuno SPETTATORE è mai giunto prima..."

(original soundtrack's start)

Starring: SOLIMANO as Capt. Kirk - GIULIANO as Mr. Spock

Guest stars: Nicola - Manuela - Lodes - Ottavio - Habanera - Gabrilu - Massimo

............
............
............

End titles: Roby

****************************

PS: ONORE al CAPITANO e al PRIMO UFFICIALE!!!!!

PPS: si è capito o no che sono immersa nella preparazione di un post sulla saga di STAR TREK????

[:->>>]

R.

Giuliano ha detto...

Esisterà un film con 500 nel titolo? Io mi ricordo la carica dei 101, 3 uomini e una gamba, 10 con Bo derek, Biancaneve e i 7 nani, i 600 di Balaklava, c'è anche un 300... Forse "500 giorni a Pekino"? Oppure dobbiamo ricorrere alla barzelletta su come fanno quattro elefanti a stare su una 500?
Mah!
Saludos
Giuliano
PS: Cara Roby, il Dottor Spock? Io sono piuttosto un Bud Spencer un po' più magro e senza barba... (ma poi così Solimano mi diventa Terence Hill: chissà se è contento)

Roby ha detto...

Va bene, GIULIANO, vada per Bud Spencer e Terence Hill... E a proposito, magari dopo "Star Trek", ci potrei fare un pensierino...

GABRIELLA e LODES, trovo assolutamente degna di nota l'esigenza che esprimete, perchè capita anche a me: ma si può sempre "ripescare" un post interessante e farne una "seconda puntata", no? Ricordo tuttora con estremo piacere "Un dollaro d'onore (1) e (2)"!!!

Ave&vale

Roby

Solimano ha detto...

Come ho specificato nel Profilo Utente Blogger, le mie letture si svolgono seguendo una loro priorità: prima leggo quello che scrivo io, poi quello che scrivono le amiche e gli amici, poi la Divina Commedia, poi un bel gruppome, da Tostoj a Wilde, da Laclos a Queneau.
Ciò sarà stato ritenuto da taluno sfacciato, magari indizio di un egocentrismo un po' disturbato, ma è semplicemente vero, faccio proprio così, non solo, credo che tutti o quasi si comportino più o meno in questo modo, perché è naturale, sarebbe innaturale procedere altrimenti.
Tutto il preambolo per dire a chi ha felicemente commentato, non solo, vorrei aggiungere Annarita, Simona, Brian ed altri ancora, che la mia attenzione ai loro scritti quotidiani è molto alta, perché si sono dimostrati amici partecipi, e così sento di decidere liberamente di esserlo con loro. Non per lobbismo, ma per stima e partecipazione. La dico tutta: anche perché mi conviene, così leggendovi imparo. E mi piace conversare, in modi diversi, con ognuno di voi.
Alcune osservazioni su quello che hanno detto Gabriella e Lodes sul correre troppo. Prima di tutto una banalità, però vera: se avessimo corso di meno, a parità di qualità, ipotesi credo plausibile, il nostro Data Base conterrebbe trecento post invece di cinquecento, perché, a pensarci bene, questo non è un diario personale, ma lo svolgimento di un progetto semplice e chiaro, che avete benissimo compreso leggendoci. Vi siete accorti che pian piano questo Data Base assume una sua configurazione basata su viste logiche: pittura, musica, oggetti, caratteri, luoghi, coppie, altre seguiranno, che consente di uscire dalla gabbia dei generi: musical, noir, thriller, horror, fantasy che restringe il discorso anzi che ampliarlo.
Però a noi manca una cosa, purtroppo: l'evidenza dei commenti più recenti come hanno gli utenti Splinder, con Blogger non è possibile, salvo avviso in contrario. Se ci fosse, ci giocherei anch'io strumentalmente, per riportare in prima linea film messi nei primi mesi. In compenso, Blogger consente il passaggio dall'immagine piccola a quella grande, cosa che utilizzo spesso, perché se si parla di cinema le immagini sono importanti come il testo, non sono un nice to have.
Per il futuro, può darsi che rallentiamo, può darsi di no, sono personalmente lieto di questa corsa di quasi sei mesi: lasciatemelo dire, mi sono tolto una bella soddisfazione, Giuliano non lo dice ma sotto sotto se l'è tolta pure lui.
Chiudo dicendo due cose. La prima è che ciò che impropriamente chiamiamo blog è solo un software predisposto che personalizziamo in funzione del progetto di ognuno dei nostri blog (sembra una banalità, ma non la è, perché toglie gli aspetti di sottocultura blogghiera che esistono).
La seconda è che fra me e Giuliano ce la tiriamo un po' con i post a 0(zero) commenti. Abbiamo avuto la faccia tosta di inserire alcuni film sconosciuti anche a qualche cinefilo solerte. Ma non è per snobismo, è che quei film li abbiamo visti e ci sono piaciuti. Una ragione di più per parlarne, anche se le rispettive zie debbono poi consolarci degli 0(zero) commenti, del tutto inevitabili, visto che è difficile commentare un film che non solo non si è visto, ma che non si è mai sentito nominare. Proseguiremo su questa mala via, adelante con juicio.

un abbraccio a tutte e a tutti
Solimano
P.S. E alla maliziosa Roby dico che io non sono Terence Hill, bensì il Conte di Luna o il Dottor Dulcamara, scelga lei.

Anonimo ha detto...

Intervengo solo ora, che si veleggia verso i 1000. Anch'io non ho vergogna di affermare che questo blog mi ha insegnato moltissimo, e mostrato titoli e autori che non conosceva, approfonditi con leggibilissima competenza.

E' una lettura mai banale, quella che trovo su queste pagine. Adelante (anche senza troppo juicio!).

Brian

Solimano ha detto...

Che poi, vista sotto un'altra angolatura, la velocità nell'immissione di post nuovi tenderà ad autoregolarsi, perché non ci vedo proprio a scrivere post forzati. Si scrive se si ha voglia di scrivere, se no no. Non dico che non sia comunque faticoso, perché occorre documentarsi, ad esempio. Quindi vedremo cosa ci riserberà il futuro. Inoltre, come si è certamente notato, i film importanti non è che compaiono e poi vadano in archivio e lì restino: vengono richiamati a vita perchè una vista logica (pittura, musica, luoghi etc) li va a stuzzicare. Un altro punto è che a noi piace inserire ogni tanto brani di scrittori molto noti, e scritti per il cinema. Tornereno a farlo perchè non si tratta di un riempitivo, vista la carenza di post nostri su film, ma di opinioni sperimentate andando spesso al cinema. E non è per niente detto che uno scrittore abbia un gusto filmico come noi l'immaginiamo, ci può essere un poeta che si è visto tutti i film di Franco Franchi e Ciccio Ingrassia. Decidendo il da farsi in base ad argomenti veri, che si toccano, non per fare atto di presenza in un blog, anche se ho molto rispetto delle scelte di ognuno, comunque diverse fra di loro e con le nostre.Guai, se fossero uguali! Ci annoieremmo dopo dieci minuti.

buona notte e buona domenica
Solimano