giovedì 18 ottobre 2007

Dedicato a Deborah

Deborah Kerr (1921 - 2007)

Roby
Solo un piccolissimo pensiero, un affettuoso omaggio ad una signora dello schermo che ha appena lasciato il set terreno per trasferirsi in quello empireo, dove ritroverà sicuramente alcuni dei suoi partners più famosi...





...Burt Lancaster, che avvinghiato a lei sul bagnasciuga in Da qui all'eternità fece sognare notti di passione a milioni di spettatori in tutto il mondo...





... Robert Taylor, il nobile Vinicio innamorato di lei, incantevole Licia, tanto da sfidare in Quo vadis? le persecuzioni anticristiane di Nerone...




... Yul Brinner, il re del Siam cui lei, dolce ma ferma istitutrice inglese, tiene testa con un'eleganza ed una finezza tali che Jodie Foster, nel recente rifacimento di Il re ed io, non gli lega neanche le scarpe.


Tuttavia, a me piace ricordarla anche in una commedia agrodolce, Thè e simpatia, dove interpreta con garbo e delicatezza la parte di una signora della buona società che si presta a rassicurare della sua identità sessuale un giovane studente timido e confuso: un ruolo che lei riesce a rendere straordinariamente credibile, proprio quando sarebbe stato facile cadere nel volgare e nel ridicolo.
Due aggettivi che con Mrs Kerr, in tanti anni di carriera, non hanno mai avuto niente a che spartire.

4 commenti:

Solimano ha detto...

Io la ricordo benissimo nel film d'avventure che ho forse amato di più: "Le miniere di Re Salomone", con Srewart Granger.
Era impagabile vederla passare in mezzo ai coccodrilli ed a tutte le insidie della savana e delle foreste mantenendo intatto lo stile Old England.

saludos
Solimano

Giuliano ha detto...

Un'eleganza unica. Eleganza e finezza interpretativa, oltre a bellezza, sono le parole che mi vengono in mente.

Oyrad ha detto...

Io l' ho amata moltissimo in "The Chalk Garden", dove nella parte della governante è eccelsa... con quei completi semplici, quella discrezione... i capelli raccolti... splendida...
"Il giardino di gesso" è proprio uno di quei film "retequattreschi" che ogni volta rivedo sempre volentieri... una volta l' ho visto il giorno prima di un esame e mi ha portato fortuna - questo vale anche per il 30 in storia della musica, che ho preso dopo aver visto, il giorno prima "Via col Vento"... :-)

Una volta ho visto (ancora una volta il giorno prima di un esame) "il giardino indiano"... se non sbaglio si intitola così, dove la Kerr interpretava la parte di una signora tornata dall' India che si dedicava alla cura spasmodica di un immenso giardino di piante tropicali...

Roby ha detto...

Miei cari signori, sono d'accordo con tutti e tre, soprattutto a proposito degli altri film splendidamente interpretati dalla Kerr.
Avevo trovato molte altre sue foto da pubblicare, ma non volevo sembrare troppo invadente.
Lei -senza dubbio- non lo era affatto.

R.