sabato 2 febbraio 2008

Visitatori di gennaio

Solimano
Come ho fatto per il mese di dicembre 2007, trascrivo la classifica dei dodici post più visitati nel mese di gennaio 2008. L'evidenza delle richieste per pagina è consultabile sul contatore Shinystat PRO da tutti i visitatori del nostro blog.

Primo: Il libro della giungla, come il mese scorso, con 427 richieste. Ha dovuto inseguire tutto il mese, il sorpasso c'è stato solo negli ultimi giorni.

Secondo: Il tempo delle mele (la moda nel cinema), 404 richieste, che aveva tentato il fugone profittando dei passaggi in TV dei film di Pinoteau, remake compresi. C'è da notare che l'altro post su Il tempo delle mele ha avuto 116 richieste che da un certo punto di vista andrebbero sommate, ma diventerebbe un discorso complicato, meglio tenersi sul post singolo.

Terzo: La carica dei 101, 221 richieste. Sale dall'ottavo al terzo posto.

Quarto: L'Odissea, 210 richieste. Una bella conferma che non sorprende più.

Quinti (a pari merito): Zorro, con 207 richieste. Il mese scorso non era nei primi dodici. La bella scontrosa ( le coppie nel cinema). L'effetto Béart si rafforza, il mese scorso era al decimo posto.

Settimo: Zardoz, con 172 richieste. Era al settimo posto anche il mese scorso, Charlotte Rampling e Sean Connery funzionano.

Ottavo: Cleopatra (la moda nel cinema), con 170 richieste. Il mese scorso non era nei primi dodici.

Nono: Dino Battaglia (fumetti d'agosto), con 167 richieste. E' il post numero 2, quello con le illustrazioni per Kafka e London. Non era nei primi dodici il mese scorso.

Decimo: Sergio Toppi (fumetti d'agosto) con 162 richieste. Era al dodicesimo posto in dicembre. E' il post coi famosi tarocchi.

Undicesimo: Il tema del doppio (i soggetti nel cinema), con 159 richieste. Anche questo non era in classifica.

Dodicesimo. Ascensore per il patibolo (la musica al cinema), con 157 richieste. Attira Miles Davis, ma anche Jeanne Moreau, anche questo post non era in classifica.

Escono (per il momento...) dai primi dodici Audace colpo dei soliti ignoti, Snoopy, La ciociara, Cane di paglia, Jumanji, anche se tutti hanno avuto più richieste del mese prima.

Il primo giorno di febbraio vede subito in testa Il libro della giungla (28), poi Sergio Toppi (22) e La ragazza sul ponte (16).

Come commento dico solo una cosa che è per noi significativa: come si vede dai numeri dopo i primissimi (magari influenzati da proiezioni TV) le differenze nei numeri si assottigliano, quindi è molto largo lo spettro delle richieste, proprio quello che desideriamo.

Le richieste di pagine dall'estero sono oltre il 20% del totale, ci piacerebbe mantenerci ad un livello di questo genere, che non è molto frequente per un blog italiano (c'è il problema della lingua). La classifica fra i vari paesi è molto stabilizzata, con sei paesi nettamente sopra:

Stati Uniti ( 361)
Germania (306)
Francia (253)
Svizzera (123)
Spagna (118)
Inghilterra (109)
Trovo alto il dato tedesco, un po' basso quello inglese. Il primo dei paesi successivi è la Svezia (50).

Last, but not least: due ore fa abbiamo superato le 100.000 pagine viste e ne siamo naturalmente contenti, visto che non è passato ancora un anno dall'inizio del blog.
Un grazie di cuore a chi ci apprezza!

5 commenti:

gabrilu ha detto...

Ti ci stai proprio appassionando, eh ;-)
Guarda che però poi c'è rischio di diventare audience-dipendenti. Ma immagino sia, questo rischio, non solo previsto ma anche ben calcolato.
Smile e ovviamente... avanti tutta.

Solimano ha detto...

Gabrilu, la passione aiuta, guai se non ci fosse, l'importante è che sia lucida, cosa non sempre facile.
Riguardo l'audience, succede una cosa strana. E' vero che a capire i motivi per cui vengono in visita si sta più attenti a certe cose nello scrivere i post e nello scegliere le immagini, ma succede una cosa non prevista: che spesso certi post a zero commenti siano ben visitati. Per intendersi, Giuliano ed io in particolare (ma anche gli altri)sappiamo prima di metterlo, che quel film avrà zero commenti o poco ci manca. Ma per prima cosa, se a quel film ci si crede è il caso di metterlo, e per seconda cosa, succede che in rete ci siano gli amatori che cercano proprio quello che tu hai messo, lo si vede dalla precisione delle chiavi di ricerca Google.
Quindi la furberia massima è mettere i film in cui si crede, cercando di corredarli di belle immagini, questo sì, se possibile non usuali, perché i blog sul cinema in rete sono migliaia, e non serve mettersi tutti in punta di piedi come attorno alla carrozza di Ferrer.
Poi, sul "ben calcolato", perché no? Mi sono occupato di marketing per anni, e il marketing come lo faceva la multinazionale era una cosa seria ed utile anche al cliente. Mentre su quello che succede oggi ho seri dubbi, non solo sul confondere il marketing con la parlantina, ma soprattutto che il marketing voglia dire fregare il cliente: non è vero, e non lo dico per moralismo, ma perché l'affare migliore si fa in due, venditore e cliente. Oggi se ne stanno scordando, e fanno male, dovranno rettificare la rotta, perché il cliente ingannato prima o poi si vendica e fa benissimo a vendicarsi.

grazie e saludos
Solimano

gabrilu ha detto...

Solimano, guarda che io non ho nulla, ma proprio nulla contro il marketing. Così, tanto per precisare.
E ci tengo, a precisare. Eccome, se ci tengo. Perchè oggi ci sono un sacco di vocaboli che hanno assunto --- e sarebbe interessante esplorare il perchè -- valenze automaticamente negative (una sola per tutti: "politica". Che ormai sembra parola oscena da poter scrivere e leggere solo nei cessi di stazioni e aeroporti). Il che mi sembra, per citare Monsieur Fantozzi... "una boiata pazzesca".
Dunque bene il marketing (quando, come nel vostro caso, è fatto con serietà e giudizio) e bene il vostro meritatissimo successo.
Avanti tutta!

giulia ha detto...

Il vostro successo è davvero meritato, perchè il vostro lavoro è di qualità. Questo marketing mi piace molto. Giulia

Roby ha detto...

Sono andata a rileggermi il mio post su "La carica dei 101", terzo in classifica di gradimento, perchè -confesso- non me lo ricordavo più: e ho "scoperto" che del film non parla quasi per niente! Allora perchè sarà piaciuto? Per le foto? Per il tono strappalacrime? Per il contenuto "vintage"? Boh! A me ha fatto venire una malinconia.... Mi preferisco come STRONCATRIX!!!!

Roby