domenica 25 maggio 2008

Parigi nel cinema: Ultimo tango a Parigi (2)

Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci (1972) Sceneggiatura di Bernardo Bertolucci, Franco Arcalli, Agnès Varda Con Marlon Brando, Maria Schneider, Jean-Pierre Léaud, Maria Michi, Giovanna Galletti, Catherine Allegret, Luce Marquand, Catherine Breillat, Massimo Girotti Musica: Gato Barbieri Fotografia: Vittorio Storaro (136 minuti) Rating IMDb: 7.0
Solimano
Nell'immagine sopra al post Jeanne (Maria Schneider) sta telefonando da un bar al fidanzato Tom (Jean-Pierre Léaud): il bar è il Kennedy Eiffel Bar nell'Avenue du President Kennedy, quindi molto vicino al quartiere di Passy dove c'è l'appartamento in cui si incontrano Paul (Marlon Brando) e Jeanne.

Molti forse non ricordano che c'è un episodio del film in cui Jeanne porta Tom nell'appartamento (naturalmente quando è assente Paul): lei è entusiasta mentre a Tom l'appartamento non piace. Nell'immagine qui sopra, l'ombra scura dietro Jeanne è Tom. Questo accade quando si rovesciano le parti fra Jeanne e Paul. Prima era lui che mancava agli appuntamenti e che non voleva che si dicessero i loro nomi. Ora Paul racconta di sé, del suo lavoro (ha un albergo piccolo e malfamato), di sua moglie che si è appena suicidata. Più racconta di sé più Jeanne cerca di sfuggirgli, programma addirittura il matrimonio con Tom.


E così, ancora sul ponte di Bir-Hakeim, è Paul che insegue Jeanne, e anche quando la raggiunge, lei ha quasi del tutto perso ogni voglia di proseguire la storia.


Si ritrovano insieme per l'episodio che dà il nome di Ultimo tango al film. Il locale esiste ancora, anche se trasformato. E' la Salle Wagram in Avenue Wagram al numero 39, non lontano da l'Arc de Triomphe.




Dopo l'uscita dalla Salle Wagram ha luogo il vero e proprio inseguimento di Paul, anche di corsa, ogni tanto con qualche esitazione. I due non sanno bene che fare: Paul è tentato di rinunciare, Jeanne di aspettarlo. Non ho individuato i nomi delle strade, ma sono certo di averne viste alcune, credo che si tratti ancora del quartiere di Passy.

Finché arrivano alla casa di Jeanne, quella dove la ragazza vive col padre colonnello. Paul riesce ad entrare in casa, Jeanne afferra la pistola e spara un solo colpo. Paul non cade, ma va sulla terrazza e contempla per l'ultima volta il paesaggio di Parigiì. E' un paesaggio del tutto anonimo, fitto di antenne televisive.

Subito dopo si vede Jeanne che sta telefonando alla polizia. Sullo sfondo si scorge la porta-finestra aperta che dà sul terrazzo. Sfuocata appare la sagoma rannicchiata di Paul, ormai disteso sul pavimento, e sfuocata è anche l'immagine di Parigi, quella che ha appena visto Paul (immagine qui sotto).

Nessun commento: